Lang Lang al Palasharp

Ieri sera (al fantastico prezzo di 5 euro) sono stato al Palasharp a sentire la Filarmonica della Scala con Lang Lang al pianoforte. Il programma era tutto incentrato su Ciaikovskj che è uno dei miei compositori preferiti in assoluto. Prima del concerto, a sorpresa, l’assessore alla cultura di sua Acconciatura Moratti ha parlato della musica come inno alla gioia e alla vita (va beh, è un politico, la retorica è il suo pane), chiedendo un atto di clemenza per Sakineh, la ragazza iraniana condannata alla lapidazione. Poi è iniziato il concerto e…mamma mia! Avevo letto della tecnica e dell’intensità di Lang Lang, ma sentito dal vivo è lo stesso sorprendente. Scivola su quei tasti con una leggerezza tale che sembra stia improvvisando, davvero stupendo. E comprensibilissimo il boato dopo il bis, dedicato a Chopin con una quantità e qualità di suono tirata fuori dal pianoforte che quasi volevi non finisse più. Devo proprio dirlo, mi ha lasciato a bocca aperta. La seconda parte del concerto ha avuto in programma la bellissima sinfonia Patetica che a me regala sempre emozioni, anche se dalla piccionaia dove ero le sfumature tra piano e forte erano un po’ ovattate. Nota di colore: alla fine del terzo tempo (un allegro molto vivace) il pubblico si è messo ad applaudire (cosa che non va fatta tra un tempo e l’altro di sinfonia, ma giustificabile se si pensa che non era certo un pubblico abituè della classica e che quel tempo sembra proprio chiedere l’applauso col suo finale roboante) e, una parte, se n’è proprio andata convinta che il concerto fosse finito! Quando quelli rimasti hanno capito che mancava qualcosa, visto che il direttore era ancora di spalle e nessuno posava gli strumenti, è partito lo struggente quarto tempo, con quel finale “a morire” che sa tanto di testamento e che a me fa sempre venire i brividi. Sono proprio soddisfatto della serata musicale in toto, ma non posso non dire che se al posto della Filarmonica il secondo tempo l’avesse fatto Lang Lang, sarei stato ancora più contento.

Lang Lang al Palasharpultima modifica: 2010-09-07T13:24:49+02:00da maxdilly
Reposta per primo quest’articolo