Sette piccoli sospetti/ Christian Frascella

L’anno scorso avevo letto, per curiosità, il primo libro di Frascella (Mia sorella è una foca monaca) e devo dire che mi aveva piacevolmente sorpreso. Trama interessante e generazionale, scrittura molto scorrevole e tanta ironia. Quando è uscito questo suo secondo libro, quindi, ho deciso di leggerlo, anche per alleggerire un po’ il periodo tra un reading impegnativo e l’altro. … Continua a leggere

Gustav Mahler o della dissoluzione della tonalità

Ieri sera sono stato a sentire l’Orchestra Verdi in Auditorium. Il programma prevedeva nella prima parte il Concerto per violoncello e orchestra in La minore di Schumann con Daniel Mueller-Schott solista. E’ stato piacevole, ma niente di più: solista e orchestra non davano l’idea di grande intesa, forse c’è stato poco tempo per provare. La seconda parte, invece, diretta come … Continua a leggere

Bradon Flowers all’Alcatraz

Il mio primo concerto rock in solitudine: per varie vicissitudini e garbati (o silenziosi) rifiuti sono andato a sentire Brandon Flowers all’Alcatraz solo soletto e bagnato come un pulcino, visto il diluvio sceso su Milano ieri sera. Duo di spalla con drum-machine e chitarra: interessante la formazione, noioso il risultato, molto piatto. Alle 22 si rispengono le luci e compaiono … Continua a leggere

I terribili segreti di Maxwell Sim – Jonathan Coe

Jonathan Coe è uno dei miei scrittori preferiti: “La casa del sonno”, “La banda dei brocchi” e “La famiglia Winshaw” sono romanzi che suggerisco a tutti quegli utenti della biblioteca che chiedono “qualcosa di bello da leggere”. Il suo stile fatto di capitoli che introducono continuamente elementi, personaggi e situazioni nuove, il senso di confusione che si ha all’inizio della … Continua a leggere