Zaches!Zaches!

Durante il mese di gennaio ho scoperto una compagnia di teatro di figura di Firenze. Si chiamano Zaches e si sono esibiti a Milano in due performance: “Faustus!Faustus!” e “Il fascino dell’idiozia”. Già arrivare al teatro Pim Off di Milano è stata una folgorazione: uno spazio moderno, funzionale e vitale che è una vera perla per la città. Assistere poi a questa trasposizione per maschere e musica elettronica della leggenda dello studioso che, per superba fame di conoscenza, stringe un patto con Mefistofele e si fa condurre in una spirale di voli e discese gotiche è stata un’esperienza davvero intrigante. Una perfetta ricostruzione di atmosfere oscure, grottesche e sulfuree con i tre personaggi principali che si rincorrono e alternano senza parole su basi noise e ritmi ossessivi sconfinando in citazioni di Golem ebraici e creazione umana alla Frankenstein mi ha entusiasmato a tal punto da tornare dopo una settimana esatta per assistere al secondo spettacolo. Anche qui una performance per figura e musica elettronica, questa volta ispirata alle atmosfere crepuscolari di Goya e delle sue Pinturas Negras. Tecnicamente questo secondo spettacolo è stato molto più giocato sul sincronismo di luci, musica e corpo e l’atmosfera era meno grottesca rispetto a “Faustus!Faustus!” (dove, in alcuni momenti, questo sincronismo non era perfetto) e più eterea con alcune soluzioni che ricordavano vagamente i lavori dei Momix, ma il risultato è stato comunque quello di farmi passare il tempo della performance con la bocca aperta. Insomma, Zaches Teatro è stata davvero una bella scoperta che spero di incrociare nuovamente per altri spettacoli con questa commistione tra linguaggi artistici che è sicuramente il futuro del teatro. Piccolo appunto: non sarebbe male se, sul sito della compagnia, si potessero scaricare (pagando, naturalmente) le musiche delle performance.

Zaches!Zaches!ultima modifica: 2011-02-08T16:12:52+01:00da maxdilly
Reposta per primo quest’articolo